Hai scritto un libro,

ma non sei sicuro del risultato. Gli amici che lo hanno letto ti hanno detto che è bello, ma qualcuno ti ha fatto delle critiche. Sai che il tuo testo può migliorare, ma non sai esattamente da che parte cominciare. Forse invece hai una grande idea, hai cominciato a svilupparla, ma dopo una cinquantina di pagine ti sei perso e ora non sai come andare avanti. O ancora: sei assolutamente convinto che il tuo romanzo sia perfetto così com’è, ma non sai come presentarlo alle case editrici, non sai come fare a pubblicarlo. In queste situazioni mi sono trovato molte volte, mentre scrivevo i miei libri e durante la mia carriera di editor. Oggi so di poter aiutare molti autori prima di tutto a chiarirsi le idee e a trovare la strada giusta per il proprio romanzo. Scrivimi, parliamone.

Francesco Gungui il tuo book coach

Ciao, sono Francesco Gungui

e sono uno scrittore e un editor. Ho scritto e pubblicato 16 libri negli ultimi dieci anni, alcuni di questi sono diventati dei best seller e sono stati tradotti all’estero. Se vuoi subito dare un’occhiata a ciò che ho scritto, puoi visitare la mia pagina sulla libreria online di Ibs. Fin dall’inizio della mia carriera, mi sono accorto che potevo mettere la mia esperienza a disposizione degli autori che volevano seguire la mia strada. Sono diventato un editor e oggi lavoro come consulente per le stesse case editrici con le quali pubblico i miei libri: Mondadori, Rcs e, dal 2017, Giunti, che pubblicherà il mio prossimo libro.

Se hai scritto un libro o se hai in mente di scriverlo, forse ti posso aiutare. Dipende da te, da ciò che desideri fare con la scrittura e che io ti aiuterò a capire. Magari hai solo bisogno di una lettura professionale e di una consulenza strategica, magari desideri parlare con qualcuno che ha già esplorato il mondo dell’editoria e sa come guidarti, forse invece eri da tempo in cerca di un editor che ti supportasse e ti aiutasse a esprimere al meglio le tue capacità.

Come posso esserti di aiuto?

Prima di tutto scrivimi e dimmi chi sei e cosa hai scritto. Bastano poche righe per stabilire un contatto. Poi ci sentiamo al telefono e ci facciamo una chiacchierata. Quello che ti chiederò poi è di mandarmi una submission. Ovvero: un file con una sinossi, una presentazione del testo che hai scritto nella quale mi esponi la tua idea così come la racconteresti a un amico, e infine una breve biografia per farmi capire chi sei. Perché ti chiedo una submission? Perché non sono un editore, non sono un’agenzia e non uso collaboratori. Se il tuo progetto mi piace, se credo che abbia effettivamente delle potenzialità, lavorerai con me.